IL DEPORTIVO PALESTINO

imageIl Deportivo Palestino è una società di calcio cilena, con sede a Santiago. Gioca nella Liga Chilena di Fútbol Primera División, la serie A del calcio cileno.

Fondata a Osorno, vicino alla capitale Santiago nel 1920, da un gruppo di immigrati palestinesi. Palestino in spagnolo significa “Palestinese”. I colori sociali sono gli stessi della bandiera palestinese: il rosso, il bianco, il verde e il nero. Ha vinto due titoli nazionali e due coppe del Cile.

Tempo fa, la squadra decide di scambiare tutte le cifre del numero 1, sul retro delle maglie, con la sagoma della Palestina prima dell’occupazione israeliana. Immediata la risposta di Gerardo Gorodischer, presidente della squadra ebraica, Chilean Jewish :”fomentano il terrorismo!”
Gorodischer si rivolge così alla federcalcio cilena perché vieti queste maglie. Allo stesso modo il Simon Wiesenthal center, organizzazione mondiale dei diritti umani ebraici, invia una lettera aperta per chiedere che il Deportivo Palestino venga punito per questa provocazione

Le comunità ebraiche, in tutto il mondo, le battaglie le vincono, è quindi inutile raccontarvi come sono finiti i fatti, o meglio, li potete immaginare. La squadra ha dovuto cambiare le maglie, ma in compenso i giocatori per far valere i loro diritti, si sono tatuati la mappa sulle braccia, ora nessuno potrà cancellare la verità.

La Federazione palestinese del Cile ha risposto ai reclami della comunità ebraica cilena rilasciando la seguente dichiarazione: “Respingiamo l’ipocrisia di chi c’incolpa per questa mappa, parliamo di un territorio occupato non di un territorio conteso”.

Graziella Adwan

image

A mother in Gaza

Reflections

When Israel launched operation Pillars of Clouds back in 2012, I was 8 month pregnant with Yasmeen. Yet, I knew very little, about the enormous emotional complexities of loving, raising, and protecting a child.
From the anxiety of giving birth to the sleep depravation, to the everyday tasks of keeping the wellbeing of a human being, motherhood is not easy and never gets easy. And that’s in normal situations where your and the safety of you child are something you can take for granted. But in Gaza, this is not the case.

As one mentioned on Twitter, children in Gaza born in 2007 are witnessing the third assault in their lives. Many were killed in the first 2008-2009, many were killed in 2012, and many are being killed these days. So being a mother in Gaza means that your and your children’s worst fears is Israel and its brutality.

When…

View original post 701 altre parole

GLI ALTRI DI GAIA PER ALFA LOVE FOR ANIMALS

Considerato il discreto successo del libro, Gli altri di Gaia, ho deciso di devolvere parte del ricavato a favore dell’associazione ALFA Love For Animals di Roma, che da anni si interessa di animali in difficoltà e collabora a livello privato e pubblico al contrasto del randagismo.
Cosa potete fare per aiutarmi in questa operazione:
– comprare direttamente dal blog letterario http://www.graziellasimeone.bookmatch.it dove potete pagare comodamente con il mezzo che preferite.image
Vi aspetto numerosi!

TAGLIATELLE DI FARRO IN CREMA DI CIPOLLE CON PEPERONI

Questo primo è davvero buono e adatto ad un menù raffinato. Io l’ho preparato come piatto unico per cena, un successone.

Ingredienti per 2 persone

250 gr di tagliatelle di farro senza uova
2 cipolle di Tropea
1 peperone rosso
Mandorle a lamelle
Peperoncino a vostro gradimento, potete anche ometterlo
Sale

Tagliate a listarelle il peperone e a fettine sottilissime le cipolle.
In una padella unta di olio fate soffriggere le cipolle e terminarne la cottura con l’aggiunta di acqua. Salare. Ci vorranno 20 minuti per creare una cremina.
In un’altra padella fate soffriggere i peperoni in olio evo. 10 minuti a fuoco vivace saranno sufficienti.
Cuocere la pasta secondo le istruzioni riportate sulla confezione, oppure se siete cuochi provetti e le avrete preparate con le vostre mani, regolate la cottura al dente.
Versatela pasta nella padella con i peperoni e sopra versate la crema di cipolle. Amalgamate aggiungendo, se necessario, acqua calda.
Impiattate e cospargete con le mandorle a lamelle.

Buon appetito!