Risotto con la barba di frate e zafferano

Un risotto “fresco” se così si può definire, adatto ai tepori primaverili, colorato e gustoso 😋.

Ingredienti per due persone:

1/2 mazzetto di barba di frate o agretti

Brodo vegetale (carota, cipolla, sedano, aglio, alloro)

250 gr di riso (dipende dalla vostra fame)

1 cipollina o scalogno (in questo caso non aggiungete l’aglio al brodo)

150 ml di vino bianco

Olio evo

Sale, pepe e zafferano

Parmigiano se il vegan vi da fastidio 😒

Come riso ho scelto il vialone nano, secondo me ha un gusto e una consistenza più sprintosi rispetto agli altri. Il brodo potete prepararlo con largo anticipo, sarà più gustoso. Questa preparazione prevede l’uso della barba di frate cruda; è importante levare tutta la radice e sciacquarli più volte nell’acqua corrente perché sono pieni di terra. È un ortaggio molto delicato e per questo non viene lavato prima della vendita. Iniziate preparando il soffritto con la cipollina o lo scalogno (non fate prendere colore), aggiungete poi la barba di frate (io ho preferito lasciarla intera), lo zafferano e quando si sono mischiati i sapori, aggiungete il riso e fatelo tostare; sfumate tutto con il vino bianco e fatelo evaporare; a questo punto iniziare ad aggiungere il brodo, controllate il sale e spolverate di pepe. Quando il riso sarà cotto, aggiungete olio evo e iniziate la mantecatura. Per chi preferisce il parmigiano, è arrivato il momento di usarlo.

Questo risotto è molto buono scaldato facendolo rosolare bene in una padella antiaderente, quindi osate e aggiungete riso 😋

Buon appetito!

Barba di frate o agretti

Frittelle di cavolfiori a modo mio

Ingredienti

1 piccolo cavolfiore 750gr circa

1 cipolla rossa

2 spicchi di aglio

2 rametti di basilico 10 foglie circa

150 gr di farina tipo 1

2 uova (per vegetariani)

150 ml di birra (per vegani)

1 cucchiaino di sale

1 cucchiaino di cumino in polvere

1 cucchiaino di spezie miste tipo masala

1 abbondante spolverata di pepe

Olio per friggere

Gli ingredienti, a parte le uova, sono uguali sia per vegani che vegetariani. La birra, nel caso di frittelle vegane, dovrà essere a temperatura ambiente, le stesse diventeranno più soffici perché tenderanno a lievitare, grazie all’effervescenza della bevanda. La quantità della farina, varia molto a seconda dell’acqua contenuta nei cavolfiori e dalla dimensione delle uova, potrebbe essere necessario una piccola aggiunta di acqua o birra, o al contrario, di farina se troppo liquida.

Procedimento

Lessare per 10 minuti, dalla bollitura dell’acqua salata, i fiori del cavolfiore (avrete rimosso in precedenza gambo e foglie). Colarli, schiacciarli con una forchetta e metterli da parte.

Tritare le cipolle, l’aglio e il basilico. In una ciotola capiente, sbattere le uova o versare la birra. Unire la farina, il sale, il pepe e le spezie, amalgamare e aggiungere la farina. Lavorare con una frusta per evitare i grumi. A questo punto potete aggiungere i cavolfiori.

Lasciar riposare per almeno 30 minuti in frigorifero.

Portate a temperatura l’olio e, aiutandovi con un cucchiaio, mettete il composto a friggere. Ci vorranno circa 3 minuti per parte.

Le frittelle di cavolfiore sono un ottimo aperitivo o un piatto unico, dipende dalla quantità 😋 magari accompagnato da un’insalata mista.

Buon appetito!