PICI CON I CAVOLFIORI

image

Non chiedetemi perché proprio i pici, spaghetto molto grosso caratteristico delle regioni centrali italiane, ma dopo vari tentativi di dare un gusto particolare alla preparazione, sono arrivata alla conclusione che la forma della pasta avrebbe dato il tocco finale. E così è stato!
I pici, proprio per la loro dimensione e soprattutto perché pasta senza uova, mi consentivano di rendere il piatto più appetibile e più amalgamato.
Questo piatto è 100% veg.

Ingredienti
per circa 4 persone ( dipende dalla fame e da eventuali diete ):
250 gr. di pici ( usate quelli freschi che trovate nei frigo dei supermercati )
1 piccolo cavolfiore
1 confezione di panna di soia ( liberi di usare la panna vaccina )
1 cipollina di Tropea
1 spicchio di aglio
1 manciata di pinoli
1 manciata di mandorle a lamelle
olio evo per il soffritto
sale e pepe
1 peperoncino fresco ( se non è stagione va bene anche quello secco )
pane grattato o parmigiano

Se siete vegani, allora iniziate con il soffriggere il pane grattato in un po’ di olio a cui avrete aggiunto una piccola parte dei pinoli e delle mandorle e un pizzico di sale. Se non siete vegani, vi consiglio di provare comunque la ricetta senza parmigiano, vi assicuro che non vi pentirete.
Faccio un’ altra piccola osservazione circa la panna, io consiglio vivamente quella di soia, perché al di la delle mie convinzioni, non copre il gusto come quella vaccina e in questo caso è necessario che i gusti restino ben separati perché già i cavolfiori tendono a coprire il resto.
Sfogliate bene i cavolfiori ricavandone piccoli fiori.
Mettete a bollire una pentola di acqua salata, vi servirà anche per la pasta. Cuocete per circa 10 minuti i cavolfiori.
Nel frattempo fate soffriggere in un bel po’ di olio la cipolla di Tropea, con l’aglio ( io lo faccio a lamelline, ma se vi da fastidio potete toglierlo o non metterlo ), il peperoncino, i pinoli e le mandorle. Quando tutto ha un bel colore aggiungete la panna e un bel pizzico di sale. Continuate ad assaggiare il sale perché questa preparazione tende ad essere ” sciapa “.
Nel frattempo i cavolfiori dovrebbero essere cotti, scolateli direttamente nella panna, abbassate il fuoco e lasciate cuocere piano piano mentre cuoce anche la pasta. Mi raccomando cuocete la pasta nella stessa acqua dei cavolfiori così avrà più gusto. Un consiglio, aggiungete ancora un po’ di sale all’ acqua perché il precedente se lo sono assorbito i cavolfiori.
Scolate la pasta e saltatela nella padella con la panna.
Impiattate e condite con il pane grattato.

Buon appetito!!!

image

Oggi ho voglia di strafare, per questo vi presento questa ricetta, che novità , direte, lo so tutti conosciamo le melanzane alla parmigiana, ma come dicevo , la ricetta che voglio consigliarvi ha tre versioni: la prima quella famosa, la seconda quella velocissima e la terza un po’ particolare.

La versione famosa

3-4 melanzane lunghe
2 mozzarelle
Basilico
Salsa di pomodoro
Parmigiano
2 uova
Pane grattato
Olio per friggere

Tagliare le melanzane per lungo e metterle a fare l’acqua per un’ ora circa in uno scolapasta e spolverizzandole di sale grosso.
Quando avranno spurgato l’acqua, togliete il sale restante e asciugatele bene .
Ora preparate le classiche melanzane impanate: sbattete le uova intingete una ad una le melanzane e poi passatele nel pane grattato quindi, mettetele nell’olio bollente.
Prendete una teglia da forno ed iniziate a fare gli strati con le melanzane, la salsa di pomodoro, la mozzarella, foglie di basilico e parmigiano. Sull’ ultimo strato abbondate con il parmigiano e date anche una spolverata di pane grattato, saranno più golose.

Versione velocissima

1 confezione di melanzane grigliate surgelate
2 mozzarelle
1 galbanino o sikanino
Salsa di pomodoro
Basilico
Parmigiano
Pane grattato
Prendete la teglia e iniziate a fare gli strati come nella versione precedente. Nell’ultimo strato dopo aver messo il parmigiano spolverizzate sempre con il pane grattato.
Questa versione è davvero veloce, meno calorica della precedente perché non prevede la frittura delle melanzane.

La versione un po’ particolare

1 confezione melanzane grigliate surgelate o se avete voglia preparatele voi
2 patate
400 gr di ricotta
200 gr di ricotta salata grattugiata
Salsa di pomodoro
Parmigiano
Pane grattato
Olio per friggere
Per prima cosa tagliate a fette le patate , friggetele , salate e pepate.
In una terrina mettete la ricotta con quella salata e grattugiata, amalgamate bene, se dovesse risultare troppo asciutta aggiungete del latte, deve diventare una crema .
Prendete la teglia ed iniziate a stratificare: melanzane, un po’ di salsa ( non molta ), la crema ed una grattata di parmigiano; le patate, un po’ di salsa, la crema ed una grattata di parmigiano e così via fino all’ ultimo strato dove metterete la spolverata di pane grattato per ultima.
Tutte e tre le versioni andranno cotte in forno per circa 30 minuti a 200 gradi.Buon appetito !